Champions League, Coppa Italia, Pescara in serie A, Antonella Clerici in rosa: mamma mia quanta roba

Dunque: vediamovediamovediamo.

Vediamo di riassumere brevemente che è successo nel dorato mondo del calcio internazionale nelle ultime ore.
Mah, niente, dice.
Giusto un pajo di cosette, se ci aggiungi che il Chelsea ha vinto la Champions League e il Napoli la Coppa Italia.
Per animare un po’ il mercato servirebbe Messi al Catania.

Il Chelsea è Campione d’Europa 2012.

Da romanista vedere il Bayern che perde in questa maniera, in casa, ai rigori, in Coppa dei Campioni… beh, verrebbe praticamente spontaneo cacciare un “Bayern Suca Pure Tu”. Poi, ti guardi allo specchio e nudo piangi per dei ricordi che non andranno mai via e ti senti fratello maggiore del tifoso del Bayern.
Poi pensi che i rigori siano la più grande tortura dopo la dama di Norimberga.

Eccole… ecco che arrivano le lacrime, eh, eccole…
Vieni, fratello Bayernese, abbracciamoci.

Tra l’altro, ormai Cech sta ultimando la metamorfosi. Da portiere maldestro a portiere maldestro che ha vinto una Champions.

(questa l’ho trovata in rete ma giuro, giurin giurello, ci avevo pensato pure io)

Sottofondo: Marcia Imperiale della Champions

La Coppa Italia non vale un cazzo finchè non la vinci” (antico proverbio di Gemelli del Gol)

Lapo ha… Lapo? Ma che cazzo di nome è Lapo?
Lapo!
Ahahahahah!
Lapo!

La Juventus non completa l’opera e si fa sfuggire (verbo sbagliato) la Coppa Italia dal Napoli.
Del Piero viene sostituito nella sua ultima partita da Vucinic ed il risultato, magicamente, non cambia di una ceppa.
0-2 (all’Olimpico) per i partenopei e tutti a casa. Ci vediamo nel 2013, quando la Coppa Italia tornerà ad essere un torneo per sfigati (finchè non si arriva in finale e la storia si ripete).
Mazzarri nega tutto e conferma che la sconfitta è stata immeritata.

P.s. Arisa canta l’inno nazionale prima della partita ed in tono di dissenso la platea la omaggia di enormi buste di piscio.

Ma si può dire “bravo Napoli” su queste pagine?
No, chiedo. Si può?

E Zeman che torna in Serie A col Pescara? Dice niente a nessuno? Eh? Brutte teste a pinolo?

Vogliamo Luis Enrique? Vogliamo Villas Boas? Vogliamo Carlos Bianchi? Eh? Lo posso fare un post solo di punti interrogativi? Lo posso fare?
Vogliamo quella faccia da culo di camionista di Mourinho? E siamo sicuri che quest’ultimo col Pescara avrebbe fatto le stesse cose anziché con la “Nazionale Mondiale dei Fenomeni del Calcio”?
Vabbè, sentite, tacciamo subito un dubbio: Zeman forse non è uno che ti fa vincere la Champions (Di Matteo si, però). Forse non è nemmeno uno da grande squadra, non lo so, ma ammettiamolo che sa che vuol dire far giocare a calcio. Prende 6 gol e ne fa 7. Discutibile ma effettivamente divertente.
No, Luis Enrique… il calcio che volevi tu non era divertente. Testa di cazzo.

Questo tizio sa di calcio.
E fa giocare anche gente che non costa milioni di euro. Lo so, fa strano.

Poi vabbè, l’altra notizia e Carletto Ancelotti che non vince il campionato francese che nemmeno lui sa come si chiama. L’ha vinto il Montpellier ma la cosa non ha fatto notizia manco in Francia.
W i petroldollari.

Certo, verrebbe da dire “Attaccati a questo grosso manicotto di ciccia” ma poi rischio di essere volgare. E poi Ancelotti mi sta simpatico.
Aspetta: Menez no, però.
“Attaccati a questo grosso manicotto di ciccia, Jeremy”.

Antonella Clerici ha completato la sua trasformazione da Vacca in Tenerone.
Molti credono che non sia una notizia interessante ma per me si. E non si dica che non riguarda il calcio: lei non può viverci senza.

Quando mangi tanto pudore poi va tutto sui fianchi.

Notavo da alcuni miei amici laziali che effettivamente la vecchia guardia biancoceleste, in quanto ad allenatori ha fatto faville in Europa nel 2012.
No, seriamente, bravi.

Juve, Pisa, Sampdoria, Chelsea. Grandi squadre.

MA volevo solo far notare che Mancini (oltre ad essere un Gemello del Gol) ha giocato anche e soprattutto nella Sampdoria.
E che Simeone ha militato anche nel Pisa.
E che Di Matteo ha giocato più nel Chelsea che nella Lazio.
E che Di Canio ha militato in tutte le squadre tranne che nel Guangzhou.

Annunci

2 commenti to “Champions League, Coppa Italia, Pescara in serie A, Antonella Clerici in rosa: mamma mia quanta roba”

  1. spettacolare. La foto della clerici voglio sperare sia photoshoppata anche se effettivamente nel caso non lo fosse sticazzi. magistrale il “No, Luis Enrique… il calcio che volevi tu non era divertente. Testa di cazzo.” Forza Pescara.

    • Gentile Sig.ra Balzola, il suo libro “Il giubbotto di Indiana Jones” è stato una pietra miliare delle mie (non solo mie) letture giovanili.
      Il fotorittocchino della Clerici non esclude il fatto che tutte le mattine alle 5 vada munta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: